Una bicicletta elettrica è un tipo di veicolo elettrico costituito da una bicicletta alla quale è stato collegato un motore elettrico per assistere l’avanzamento della bicicletta. L’energia viene fornita da una batteria che viene ricaricata nella rete elettrica o nel pannello solare. Il suo raggio d’azione è solitamente compreso tra i 30 e i 60 km.

Nell’Unione Europea, le biciclette sono legalmente considerate biciclette per il traffico, a condizione che:

  • Fornire assistenza solo durante la pedalata. Possono avere un acceleratore purché sia efficace solo durante la pedalata.
  • Il motore è spento a partire da 25 km/h.
  • La sua potenza non supera i 250 W.
  • Il peso dell’insieme non supera i 40 chili.
  • Tutte le altre biciclette elettriche sono considerate ciclomotori elettrici e richiedono la patente di guida e un’assicurazione specifica contro gli infortuni.

E’ abbastanza comune che anche le biciclette elettriche sono pieghevoli, dato che in questi casi il loro utilizzo è prevalentemente urbano. Sono i veicoli elettrici più accessibili.

Uso

Sono abbastanza in uso, distinguendosi per essere un trasporto efficiente, per i bassi costi di manutenzione, la facilità d’uso e non solo per i viaggi tra il traffico delle città[2].

Serie o kit

La bicicletta può essere elettrica di serie (fornita dal produttore) o tramite un kit, fornito dallo stesso produttore o da terzi. Possono essere suddivisi in due tipi di kit elettrici, i kit con motore elettrico centrale che vengono installati sul movimento centrale o un kit ruote che consiste nell’assemblare, tramite la raggiatura, il motore elettrico in una delle boccole, solitamente quella posteriore.

Manutenzione ed esercizio di biciclette elettriche

L’uso della bicicletta elettrica è semplice. Una chiave aziona il motore, che ha una potenza legale compresa tra 250 e 350 watt, e semplicemente pedalando per mantenerlo in funzione. Altrimenti si fermerà. Sta a voi decidere come guidare la vostra bicicletta, perché potete fare una guida tranquilla mentre il motore vi porta fino a 25 km/h o andare più veloce se decidete di pedalare a una cadenza più alta. L’aiuto dato dal motore al ciclista si chiama pedalata assistita. Questi veicoli, che possono avere l’aspetto di una bicicletta o di una gita in montagna, hanno un sistema di cambiamenti di sviluppo, attraverso il quale è possibile selezionare la distanza da percorrere in ogni pedale, identica a quella delle biciclette tradizionali.